Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on mag 30, 2013 in Blogdivino | 0 comments

Confusione sessuale

Confusione sessuale

Metodi innovativi per ridurre i trattamenti in vigna.

In questo breve post, parleremo di un innovativo trattamento che è la confusione sessuale.

cos’è la confusione sessuale? Iniziamo per gradi, parlando un pò della storia che hanno portato a questo innovativo metodo.

L’ipotesi di una comunicazione chimica tra insetti appartenenti alla stessa specie, venne postulata già alla fine del XVII secolo, ma i primi riscontri su questa comunicazione chimica di carattere scientifico si ebbero soltanto nel XIX secolo grazie al naturalista francese e Henri Fabre

Bisogna aspettare però metà degli anni 50 per riuscire ad isolare il primo feromone di insetto, quando il chimico tedesco Butenandt riuscì ad isolare il primo feromone utilizzando estremità femminili del Baco da seta.
Si procedette quindi a dare una definizione di cosa fossero questi feromoni chimici, riassumendo la funzione di essa in questa definizione ancora valida tutt’ora:

“I feromoni sono sostanze secrete nell’ambiente esterno da un individuo e ricevute da un secondo della medesima specie nel quale provocano una reazione specifica”.

Queste sostanze possono essere suddivise in differenti categorie principali, a seconda della loro funzione:
feromoni di aggregazione che aumentano la densità della popolazione di certi individui,
feromoni di dispersione che stimolano comportamenti di difesa e di fuga,
feromoni sessuali permettono ai due diversi sessi di una stessa specie di avvicinarsi e di accoppiarsi,

Sono questi ultimi che hanno avuto una maggiore applicazione in ambito agronomico e che tratteremo in questo breve post.

In particolar modo, gli insetti bersaglio sono i Lepidotteri che causano nei vigneti la Tignola (famiglia dei cochilidi) e la Tignoletta (famiglia dei tortricidi).

La confusione sessuale quindi è un trattamento o per definirlo meglio è un sistema preventivo che viene utilizzato nelle colture, che usa l’emissioni di feromone di natura chimica, il  metodo consiste nel diffondere nell’aria il feromone sessuale che emette la femmina di ogni specifico insetto bersaglio, in misura tale da impedire al maschio di localizzarla e di fecondarla o di inserire delle trappole feromoniche.

Questi metodi permettono di sostituire vecchi prodotti tossici ad elevato impatto ambientale come il metil parathion e o clorpirifos metil, fino a sostituire anche le molecole di origine naturale estratte dalle spore del  Bacillus thuringiensis e ricaverne sostanziali benefici economici.

Post a Reply